«Sessantanove libri partecipanti sono un record! Se si pensa che allo Strega sono “solo” cinquantasette… Scherzi a parte, siamo molto soddisfatti per la risposta di autori ed editori, che è la più alta in otto anni, e soprattutto per l’ottima qualità degli autori. Tra le case editrici, ci sono grandi marchi come Bompiani, Einaudi, Feltrinelli, Garzanti, Giunti, Longanesi, Mondadori, Newton Compton, Sperling & Kupfer, Piemme; altre medie o piccole, ma di grande valore e buona visibilità, come Edizioni e/o, Marcos y Marcos, Neri Pozza, Nottetempo, DeaPlaneta, Manni, SEM, e Fratelli Frilli, che si muove da anni con successo in ambito giallo.

Tra i nomi eccellenti che hanno partecipato, noti anche al di fuori del genere, Fulvio Ervas, Bruno Gambarotta, Stefano Jacini. Altri sono noti specialisti del giallo-noir, come Barbara Baraldi, Davide Longo, Bruno Morchio, Alessandro Reali, Paolo Roversi, Rosa Teruzzi, Valerio Varesi. A questi si aggiungono due outsider come Paola Mizar Paini e Giuseppina Colonna. Un caso a sé è Raul Montanari, autore che si muove libero fra i generi; c’è anche un esordiente molto interessante, Mirko Sabatino. Inutile dire che fare una scelta quest’anno è stato ancora più difficile.»

Afferma Bianca Garavelli, uno dei membri della Giuria tecnica del Premio letterario Provincia in Giallo, bandito dal Rotary Club Cairoli, Club del Distretto 2050 e giunto all’ottava edizione. Obiettivo del Premio, presieduto da Mino Milani, con una Giuria tecnica formata oltre che da Bianca Garavelli, da Giuseppe Lippi, Andrea Maggi, Giuliano Pasini, Flavio Santi, è mettere in risalto testi di narrativa che appartengono al genere “giallo noir” di Autori italiani, o che scrivano in lingua italiana, che abbiano scelto l’ambientazione provinciale.

Attraverso questa narrativa che dà risalto alla provincia italiana, ai suoi tic divertenti, alle sue tradizioni arcaiche e ai suoi riti attuali, i lettori possono avere la percezione di alcuni fenomeni sociali in atto. Per “provincia” si intendono qui centri abitati, anche città, purché non siano di grandi dimensioni.

In attesa di conoscere i nomi dei tre finalisti, ai quali verrà riconosciuto un premio di € 500,00 (cinquecento) ed al vincitore un ulteriore premio di € 500,00, per arrivare a un totale di € 1000,00 (mille), di seguito i nomi dei dodici semifinalisti dell’ottava edizione del Premio La Provincia in Giallo:

  • Cristina Cassar Scalia, Sabbia nera (Einaudi)
  • Giuseppina Colonna, Ecce Virgo (Armando Curcio)
  • Fulvio Ervas, C’era il mare (Marcos y Marcos)
  • Davide Longo, Così giocano le bestie giovani (Feltrinelli)
  • Maurizio Maggi, La coda del diavolo (Longanesi)
  • Paola Mizar Paini, La casa delle ombre (Fratelli Frilli)
  • Raul Montanari, La vita finora (Baldini + Castoldi)
  • Pasquale Ruju, Stagione di cenere (e/o)
  • Mirko Sabatino, L’estate muore giovane (Nottetempo)
  • Rosa Teruzzi, Non si uccide per amore (Sonzogno)
  • Valerio Varesi, La paura nell’anima (Frassinelli)
  • Mariolina Venezia, Rione Serra venerdì (Einaudi)

La cerimonia di premiazione si svolgerà, con la partecipazione della Giuria che esporrà le motivazioni, sabato 13 aprile 2019 alle ore 17.00 al Teatro Martinetti di Garlasco (Pavia). Nel corso di tale cerimonia sarà rivelato il titolo dell’opera vincitrice.